Michele Romano risponde alle polemiche sul suo video rivolto alla criminalità cerignolana:”… il mio era semplice sarcasmo”.

Nel video sarcasticamente mi rivolgo ai criminali, chiamandoli imprenditori di attività illecite, mi rivolgo a loro dicendo “da pari a pari”, chiedendo loro di lasciar stare la politica“, spiega oggi Michele Romano, medico di Cerignola e candidato consigliere nella lista Con, in un lungo post apparso su Facebook.

Nel video (che puoi vedere qui tratto da open.online ndr) Michele Romano, si rivolgeva direttamente a malavitosi e delinquenti della propria città invitandoli a “a fare liberamente il vostro mestiere. Noi politici facciamo il nostro. Da pari a pari“. E ancora “... lasciate a noi politici almeno un settore, quello della politica e dell’amministrazione del Comune. Anche noi dobbiamo campare, anche noi abbiamo famiglia, noi non vogliamo entrare nei vostri affari ma anche voi non dovete entrare nei nostri affari“.

È evidente che col video faccio sarcasmo e d’altra parte non potrebbe essere diversamente, in considerazione delle mie nette prese di posizione nei confronti dei fenomeni criminali. Sarcasmo era e sarcasmo rimane” conclude Michele Romano sul suo profilo Facebook.

Da tempo ormai assistiamo (ahimè!) alla spettacolarizzazione della politica. La convinzione di molti è che la politica “moderna” necessiti sempre e comunque di azioni plateali, necessarie per avere visibilità e attirare l’attenzione del potenziale elettore. Ovviamente lo strumento da utilizzare per veicolare questi messaggi sono i social media, con buona pace dei vecchi programmi elettorali che raccoglievano le proposte più o meno convincenti del candidato o del partito.

La satira è arte antica, lasciamola fare ai comici, anche perchè di Cetto La Qualunque ce n’è uno solo: a Cerignola, e non solo a Cerignola, c’è bisogno di molti fatti e meno sarcasmo.

(Visualizzazioni 68, di cui 1 oggi)