Foggia e cultura ebraica: Con.Ar.T. per il convegno “Sotto la tenda di Abramo, dialoghi sul contemporaneo”

Il CONART in collaborazione con La Fondazione LEVI PELLONI, UCEI, la BIBLIOTECA DELLA SHOAH, UNESCO di Foggia, Ass.ne ITALIA ISRAELE di Foggia, L’AICS di Foggia, Premio FIUGGI STORIA e il CONARTEATRO organizza a Foggia LA GIORNATA EUROPEA DELLA CULTURA EBRAICA.
La città di Foggia è tra le 108 città italiane, distribuite in sedici regioni, da nord a sud alle isole e con Padova capofila, ad ospitare la XXII edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica con un convegno, promosso dalla Fondazione Levi Pelloni e organizzato da Conart, che si terrà pressa la Sala Convegni Conart, in via Tressanti,13, domenica 17 ottobre alle ore 17,30.


La Giornata Europea della Cultura Ebraica è un evento annuale, celebrato nell’Unione Europea allo scopo di far conoscere il patrimonio culturale dell’ebraismo con convegni, letture e dibattiti. L’iniziativa, coordinata e promossa in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e alla quale aderiscono trentacinque Paesi europei, quest’anno ha come tema “Dialoghi”. Un modo per sottolineare l’importanza dell’incontro e del confronto interculturale. La Giornata italiana è parte del progetto europeo promosso dall’AEPJ, gode anche della collaborazione con la National Library of Israel e quest’anno anche del NOA project (Networks Overcoming Antisemitism). In Italia gode del Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani ed è riconosciuta dal Consiglio d’Europa.


Il convegno ospitato nel capoluogo della Daunia è intitolato “Sotto la tenda di Abramo, dialoghi sul contemporaneo” e vedrà la presenza di Luciana Ascarelli, Vice presidente della Fondazione Levi Pelloni, dello scrittore Fabrizio Caleffi, del professor Marco Cassuto Morselli già docente di filosofia ebraica e storia dell’ebraismo presso Collegio Rabbinico di Roma e dello storico sociale Pino Pelloni. Una delle grandi sfide del mondo contemporaneo è quella di trovare il modo di convivere nelle diversità. Diversità di culture, religioni, etnie che compongono le nostre società. Ben venga allora un momento di riflessione in cui condividere approfondimenti su temi di varia natura con la convinzione che questa possa essere la strada giusta per un fattivo e positivo accrescimento di tutte le società.

(Visualizzazioni 31, di cui 1 oggi)