Salute mentale, democrazia e diritti: così l’ANPIS apre la due giorni dedicata al volontariato

Salute mentale, democrazia e diritti: questi i temi che apriranno domani l’edizione 2021 della Festa del Volontariato di Foggia. Un convegno organizzato dall’ANPIS, l’Associazione Nazionale Polisportive Dilettantistiche per l’Integrazione Sociale che in Puglia, e a Foggia, trova in prima linea Antonio Loconte, operatore sanitario impegnato attivamente sul territorio per far fronte alle emergenze sociali che interessano la fascia più vulnerabile della società. Domani 23 e domenica 24 ottobre, in piazza Umberto Giordano: la XIV edizione della Festa del Volontariato. Un evento di grande richiamo ed interesse, organizzato in collaborazione con il Centro di Salute Mentale di Foggia, Lucera e Troia, con l’associazione Genoveffa de Troia di Monte Sant’Angelo e con il Centro di Servizio per il Volontariato di Foggia presieduto da Pasquale Marchese. Un appuntamento a cui l’ANPIS Puglia, da oltre 20 anni presente sul territorio, parteciperà con un suo stand per offrire momenti costruttivi di approfondimento, riflessione e confronto insieme al presidente del CSV Foggia, Pasquale Marchese, al direttore del CSM Foggia-Lucera-Troia, il dottor Giuseppe Pillo ed al responsabile del Centro diurno Genoveffa de Troia Matteo Notarangelo.

A moderare l’incontro, che vedrà anche la presenza dell’assessore regionale al Welfare Rosa Barone, sarà Antonio Loconte, Presidente ANPIS ed operatore presso diverse strutture sanitarie locali e nei servizi di assistenza e cura della neuropsichiatria infantile e dei bambini autistici.

La nostra partecipazione all’evento sarà l’occasione per un confronto sulle tematiche legate alla salute mentale, con un’ottica diversa e parlando anche dei diritti che vengono sistematicamente negati alle persone fragili e – più in particolare – a quelle affette da disagio psichico. Ancora oggi, purtroppo, lo stigma segna queste persone, relegandole ai margini della società, ritenute persone inutili o addirittura pericolose”, spiega il presidente ANPIS Loconte che sottolinea quanto il covid e le conseguenti restrizioni dell’emergenza sanitaria abbiano aggravato queste problematiche legate alla qualità della vita delle persone affette da disagio psichico. Per questa ragione, la giornata di domani sarà l’occasione per affrontare il tema e sottoporlo all’attenzione delle istituzioni e delle organizzazioni preposte. “Parlare di salute mentale significa coinvolgere non solo il servizio pubblico o il Dipartimento di Salute Mentale territoriale, ma anche le altre istituzioni ed organizzazioni che, da una lettura distratta, sembrerebbero non appartenere al mondo della della salute mentale e quindi fuori contesto. Invece, dimostreremo l’importanza che queste organizzazioni hanno nel processo di riabilitazione ed integrazione in chi è affetto da disagi psichici per trovare soluzioni concrete ed attuabili . Con il Dottor Giuseppe Pillo, domani, vogliamo dimostrare che è proprio attraverso queste pratiche non “psichiatrice” che si dà più senso alle cure del Dipartimento“, chiude il Presidente dell’ANPIS.

Un appuntamento di grande valore sociale e culturale che, come spiegava già il sociologo e filosofo polacco Zygmunt Bauman, intende puntare soprattutto sulla capacità di “comprendere e gestire ciò che spesso non siamo in grado di gestire e ci è ignoto. E l’ignoto, spesso, fa paura.” Nell’intensa due giorni dedicata al volontariato oltre 30 associazioni che con L’ANPIS promuoveranno le proprie attività sul proprio ambito di intervento, con particolare attenzione alle giovani generazioni.

Il programma:

Si parte sabato mattina, alle ore 9.30, con il convegno “Salute mentale, democrazia e diritti” e gli interventi di Pasquale Marchese, presidente CSV Foggia; Rosa Barone, assessora Regionale al Welfare della Regione Puglia; Giuseppe Pillo, direttore CSM Foggia-Lucera-Troia ASL Foggia; Matteo Notarangelo, responsabile Centro Diurno “Genoveffa de Troia” di Monte Sant’Angelo; Nino Spagnuolo, presidente della coop. soc. Medtraining Foggia e Giancarlo Dimauro, presidente di Confindustria Foggia; modera Antonio Loconte, presidente ANPIS Puglia.

Alle ore 11.30: l’incontro “La cittadinanza attiva e responsabile come antidoto al degrado della convivenza civile. Modelli positivi in Capitanata” e gli interventi di Rita Amatore del Coordinamento di Parcocittà, Zelinda Rinaldi della Consulta delle associazioni di San Severo, don Andrea Pupilla della Caritas Diocesana di San Severo e Antonio Cocco di Rete Oltre; moderatrice Annalisa Graziano.

Nel pomeriggio di sabato, alle ore 18.00, è in programma una puntata speciale di “Chiaro di luna”, trasmissione condotta da Micky de Finis che, per l’occasione, incontra il Terzo Settore per discutere sul futuro dell’associazionismo e della cooperazione.

Domenica 24 ottobre: la seconda giornata della festa del volontariato si aprirà alle ore 10.00 con la premiazione del concorso “L’Arte per la Vita”; a seguire, alle ore 11.00, saranno presentati i vincitori dell’Avviso “Volontariato informale”.

Alle 12.00: momento di riflessione ed analisi con Fabio Quitadamo che presenterà la pubblicazione “Valutazione di impatto sociale: guida per le associazioni”, edita dal CSV Foggia, in dialogo con Tina Petrillo, membro del Consiglio Aps Sacro Cuore.

L’ultimo confronto sarà in programma alle ore 18.00 con gli “Interventi assistiti con gli animali (I.A.A.). Esperienze e risultati del progetto L’amico Cavallo”. Interverranno Pasquale Marchese, Luigi Iorio, presidente dell’associazione Il Veliero, Luigi Urbano, direttore del dipartimento prevenzione ASL Foggia, Leonardo Trivisano, dirigente medico dipartimento riabilitazione ASL Foggia, Silvana Marchese, psicologa-psicoterapeuta dell’ASL Foggia, Roberta Marasco, assistente sociale-coordinatrice dipartimento riabilitazione ASL Foggia, Francesco De Stasio, terapista della riabilitazione ASL Foggia, Nicolò Bruno, presidente ASD EQUIS-EO, Alessandro Maggi, medico veterinario ASL Foggia, Anna Maria Marchese, coordinatrice progetto “L’amico Cavallo”- abilitata interventi assistiti, Michele Minelli, dottore agronomo progetto “L’amico cavallo”, moderatore Luca Pernice.

(Visualizzazioni 73, di cui 1 oggi)