Contro degrado e sporcizia: l’impegno dei volontari continua anche durante le festività natalizie

L’impegno dei volontari non si è fermato neanche durante queste festività natalizie e così, ieri, una trentina di loro ha voluto dedicare il proprio tempo alla cura dell’ambiente. Si tratta dei giovani e volenterosi membri delle associazioni Ottavia, Plastic Free, i Boy Scout di San Michele che, insieme ai volontari de La Via della Felicità, hanno ripulito Foggia dai rifiuti abbandonati lungo le strade del quartiere San Michele. Al termine del lavoro svolto, facendo un bilancio, “si è notato un grande sorriso sui volti di grandi e piccini per le lunghe ore di attività dedicate al quartiere ripulito”, fanno sapere i volontari dell’associazione che prende il nome dalla guida di Ron Hubbard dedicata al senso civico e all’etica comportamentale. Loro, muniti di guanti, buste e tanta buona volontà, hanno raccolto decine di sacchi con rifiuti di ogni genere, un lavoro che li ha resi soddisfatti del cambiamento creato nella zona ripulita.

Oltre un milione di bottiglie di plastica vengono vendute ogni minuto, solo un quinto di queste finisce in discarica. Dati allarmanti che chiedono alla umanità intera maggiore senso civico e rispetto per l’ambiente. L’impegno di ragazzi, che si mettono in gioco ogni settimana per ripulire le aree della propria terra, raccoglie gli insegnamenti tramandati da Lafayette Ron Hubbard che, nella sua guida dedicata al buon senso e al rispetto per l’ambiente che ci circonda, scrisse: “L’idea che ognuno di noi possieda una parte del pianeta e che possa e debba aiutare a prendersene cura, può sembrare esagerata ma, al giorno d’oggi, ciò che accade dall’altra parte del pianeta, anche se lontana, può influenzare ciò che accade a casa tua”.  Con un paio di guanti e qualche busta, si può fare del posto che ci ospita un posto migliore. “Si può alleviare anche un dispiacere semplicemente lavorando di buona lena a qualcosa”, scriveva l’umanitario Hubbard. “Il morale sale alle stelle quando si consegue qualcosa. In effetti si può dimostrare che la produzione è la base del morale. Le persone pigre scaricano il fardello del lavoro su quelli intorno a loro. Hanno la tendenza a sovraccaricare gli altri. È difficile andare d’accordo con persone pigre. Oltre ad essere deprimenti, possono anche essere un po’ pericolose. Una soluzione attuabile consiste nel persuadere queste persone a decidere di fare qualcosa e nel farle mettere all’opera”.

La Via della Felicità di Foggia ha deciso di unirsi all’attività in quanto sostenitori di una città sempre più pulita e con meno rifiuti abbandonati. Le iniziative dei volontari foggiani riprenderanno a breve, fanno sapere. Per chiunque voglia unirsi a loro o per maggiori informazioni si potrà contattare la responsabile Marina al 349.809.2540 o scrivere alla email: laviadellafelicitapuglia@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.