Nicola Canonico, dalle minacce alle intimidazioni

Nella serata di ieri, 29 maggio 2024, abbiamo ricevuto una comunicazione priva di data a firma del signor Nicola Canonico, attuale presidente del Calcio Foggia 1920, nella quale ci veniva reso noto che:

“… a decorrere dalla data della presente lettera, tutti i membri della redazione di Mitico Channel, compresi tutti i giornalisti presenti in quella redazione, sono dichiarati non graditi e sono inibiti dal presentarsi alle conferenze stampa organizzate dal nostro club e dal condurre interviste con i nostri tesserati.”

Disponendo, inoltre:

“1. Inibizione di Accesso: Nessun membro della redazione di Mitico Channel è autorizzato a partecipare alle conferenze stampa organizzate da Calcio Foggia 1920.

2. Divieto di Interviste: È fatto divieto a tutti i giornalisti di Mitico Channel di condurre interviste o avere qualsiasi contatto diretto con i nostri tesserati.

3. Monitoraggio: Il nostro staff di sicurezza e i nostri collaboratori saranno informati di questa decisione e monitoreranno il rispetto della stessa durante gli eventi organizzati dal club”.

Siamo di fronte a una palese violazione del diritto di cronaca e della libertà di stampa, principi tutelati dalla Costituzione, che le società sportive come qualsiasi cittadino italiano sono tenute a rispettare.

La società Calcio Foggia 1920, peraltro, già adotta comportamenti discriminatori nei confronti di Mitico channel da oltre tre anni nel tentativo di condizionarne la linea editoriale.

Il signor Nicola Canonico nel comunicato stampa del 6 maggio ha fatto riferimento alla presenza di un “clima tossico” come elemento ostativo al proseguimento del suo impegno.

Ebbene, il tentativo di soffocare voci “non gradite” è il primo fattore scatenante della tossicità di cui si lamenta e destabilizza l’intera comunità.

Nella qualità di Direttore responsabile della testata assicuro chi ci segue che le intimidazioni messe in atto dall’attuale proprietà del Calcio Foggia 1920 anche questa volta non sortiranno alcun effetto e continuerò a garantire la piena libertà ai giornalisti della redazione.

Auspico, altresì, un intervento immediato e una chiara presa di posizione da parte dell’Ordine dei giornalisti, delle rappresentanze sindacali, in modo particolare dell’USSI, e degli organi di governo del Calcio affinché si ristabiliscano relazioni rispettose dei ruoli che garantiscano il libero esercizio dell’attività giornalistica senza indebite pressioni e abusi.

Parimenti, ritengo che la Sindaca di Foggia, dottoressa Episcopo, che si è recentemente impegnata per risolvere la crisi determinata dall’annunciato disimpegno della proprietà del club rossonero, si debba esprimere in maniera netta a tutela del libero esercizio della libertà di stampa nello stesso ambito.

Se ne faccia una ragione il signor Nicola Canonico: Mitico channel è e resta libero e indipendente.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *