Emiliano: “prima di parlare di Autonomia differenziata vanno individuati i Lep”

Si è svolto oggi a Roma a Roma nella sede del Ministero degli Affari Regionali l’incontro tra il ministro Roberto Calderoli e i Presidenti di Regione sul tema dell’autonomia differenziata.

Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano al termine dell’incontro:

“Stamattina abbiamo risposto ad una convocazione informale del ministro Calderoli per cominciare a discutere della autonomia differenziata. Per una ragione di cortesia istituzionale la Regione Puglia e anche altre regioni italiane hanno aderito a questo invito. Questo ci ha consentito di comprendere che c’è una grande fretta da parte del Governo di mettere a punto una strategia sull’autonomia differenziata, un tema che fa parte del programma del governo Meloni”.

Prima di procedere alla sottoscrizione di eventuali intese” tra governo e Regioni sull’autonomia differenziata “vanno individuati i livelli essenziali delle prestazioni: i Lep“, dichiara il presidente della Regione Puglia e vicepresidente della Conferenza delle Regioni.

Una parola – ha spiegato Emiliano- che in sostanza dice che quando una persona nasce in Italia ed è cittadino italiano ha gli stessi diritti e gli stessi doveri su tutto il territorio nazionale. Non è più possibile, come accade oggi purtroppo, che il finanziamento della sanità del Sud, sia di molto inferiore a quello del Centro e del Nord.  Non è possibile, ad esempio, che da Palermo a Siracusa ci vogliano ore di treno quando da Milano a Torino si viaggia a velocità straordinaria. Quindi i Lep non sono un pretesto, sono la sostanza del significato della autonomia differenziata. Se l’autonomia differenziata serve a superare la questione meridionale e a offrire a tutti gli stessi diritti e gli stessi doveri, se ne può parlare”.

Questa discussione – ha ricordato Emiliano – è partita con la secessione, poi si è spostata sul federalismo fiscale, adesso siamo in una ipotesi ridotta che è l’autonomia differenziata. È chiaro che qualche piccola diffidenza le Regioni del Sud ce l’hanno. Quando si accorgeranno che applicando i Lep, sarà il Sud ad avere maggiori opportunità rispetto al Nord, non so se le regioni del Nord avranno la stessa volontà sull’autonomia differenziata”.

Da presidente della Regione Puglia – ha detto Emiliano –  sono nettamente contrario a qualunque ipotesi di trattenere gettito fiscale nelle regioni più ricche a danno di quelle più povere. L’attuale sistema fondato sul fondo di perequazione che crea solidarietà tra regioni più ricche e regioni più povere, ritengo sia il sistema più corretto”.

Rispondendo alle domande dei cronisti, Emiliano ha dichiarato: “… ci attendiamo a brevissima scadenza la presenza del ministro nella Conferenza delle Regioni, in modo tale che possa ufficializzare la sua proposta sull’autonomia differenziata e consentire poi a ciascuno di esprimere il proprio punto di vista“. 

fonte: comunicato stampa da Regioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.