Incontro a Roma con il Ministro Giovannini: Seconda Stazione, Gino Lisa e sottopasso

Una delegazione di politici di Capitanata, si è recata al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile per discutere di alcune importanti opere infrastrutturali per il nostro territorio. All’incontro con il Ministro Giovannini hanno partecipato: on. Carla Giuliano (M5S), on. Giorgio Lovecchio (M5S), on. Rosa Menga (Europa verde), on. Antonio Tasso (Coraggio Italia), sen. Gisella Naturale (M5S), dott. Pasquale Cataneo (M24 A-ET).

Una nota di Pasquale Cataneo specifica che nell’incontro con il Ministro si è parlato di “Aeroporto e Stazione AV di Foggia, Sottopasso stradale SS673, elettrificazione linea ferroviaria FG-Manfredonia con collegamento al Porto Alti Fondali“.

Incontro positivo, tenendo conto che si tratta di un governo dimissionario“, lo ha definito l’on. Rosa Menga che abbiamo contattato telefonicamente. “Sulla questione della Seconda Stazione è stato precisato che si tratta di una “fermata“. Per il secondo lotto di lavori, non ancora finanziati ma quantificati in circa ulteriori 40 milioni di euro, si porterà a 4 i numeri di binari previsti per la nuova struttura ferroviaria. Sarà compito del nuovo governo e della politica di Capitanata fare in modo che il trasporto ferroviario non venga depotenziato. Il Ministro è stato poi fortemente colpito dalla possibilità di realizzare un sottopasso stradale sulla Tangenziale Ovest di Foggia all’altezza della ortogonale della pista del Gino Lisa. In questo modo si potrebbe avere la piena fruibilità della pista dell’aeroporto Gino Lisa fino agli attuali 2000 Mt.

Entro domani sarà inviata al MIMS la documentazione relativa alle opere in questione, con la finalità di porre in una visione integrata e sistemica gli interventi in itinere e quelli da fare” ha precisato a questo riguardo Cataneo.

la delegazione che ha incontrato il Ministro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.