La Capitanata si stringe intorno a Lazzaro D’Auria minacciato dalla mafia. Martedì 21 la manifestazione a San Severo. Nella notte a San Nicandro una esplosione distrugge un bar.

Martedì 21 giugno alle ore 18 a San Severo presso l’azienda agricola di Lazzaro D’Auria (l’Azienda APOD, Strada Statale 16 km. 654, San Severo.), si svolgerà un incontro di solidarietà all’imprenditore agricolo foggiano fatto oggetto nei giorni scorsi di attentati da parte della mafia. Notizia dell’ultim’ora è di una esplosione che ha distrutto il bar “Il Cacciatore” a San Nicandro. Potrebbe essere stato il racket

Lazzaro D’Auria, che da anni si è opposto alla mafia foggiana denunciando le esose richieste di pizzo ricevute, nei giorni scorsi era stato vittima di due diversi attentati intimidatori presso due delle sue aziende agricole. Il primo episodio aveva riguardato l’incendio appiccato ai campi di grano di D’Auria in località Incoronata (danni stimati per circa 300 mila euro), il secondo le coltivazioni di pomodoro presso San Severo.

La manifestazione, nata grazie al tam tam sul web di cittadini e associazioni, vuole testimoniare vicinanza all’imprenditore foggiano che da anni vive sotto scorta. “A seguito delle gravi e vili intimidazioni mafiose ai danni di Lazzaro D’Auria – spiegano in un comunicato gli organizzatori -, è stata organizzata una manifestazione di solidarietà per confermare vicinanza e pieno sostegno all’imprenditore che ha deciso di non cedere al ricatto della criminalità”. La manifestazione si terrà alle ore 18.00 presso l’Azienda APOD, Strada Statale 16 km. 654, San Severo. “Si auspica una viva e sentita partecipazione da parte delle associazioni, dei movimenti e di chiunque abbia a cuore lo sviluppo, la crescita, la salvaguardia e la dignità della nostra terra”.

Gli organizzatori sono Associazione Libera – Presidio di Foggia “Nicola Ciuffreda e Francesco Marcone”, Associazione antiracket “Luigi e Aurelio Luciani” e Fondazione antiusura Buon Samaritano, il Movimento Culturale 24 Agosto per l’Equita’Territoriale di Pino Aprile che interverra’ di persona, la Confederazione Italiana Agricoltori-CIA, la Confesercenti della provincia di Foggia oltre a diversi agricoltori del territorio provinciale.

Saranno presenti i rappresentanti delle Forze dell’ordine, il Prefetto, il Sindaco di San Severo, oltre alle molte associazioni di Capitanata che hanno aderito all’iniziativa,

Notizia dell’ultim’ora riguarda un attentato avvenuto nella notte a San Nicandro Garganico che ha distrutto il bar “Il Cacciatore” presso la stazione di rifornimento sulla SS 693, in località Mezzana.

Due le piste seguite dagli inquirenti: la fuga di gas o un ordigno lasciato da qualcuno, se fosse confermata questa seconda ipotesi, il racket non molla la presa e torna a farsi sentire sul Gargano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.