Nasce il Parco Letterario di Puglia nel nome di Mariateresa Di Lascia


Sarà intitolato alla scrittrice Mariateresa Di Lascia il Parco Letterario di Puglia, la cui presentazione ufficiale è prevista a Bovino il prossimo 18 giugno.


Accadia, Anzano di Puglia, Bovino, Candela, Deliceto, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, insieme per onorare la memoria di Mariateresa Di Lascia scrittrice, parlamentare europea, vincitrice postuma del premio ‘Strega’. 
I Parchi Letterari sono percorsi lungo i luoghi di vita dei grandi scrittori. All’interno sono previste visite guidate, eventi e tante attività per tutelare il patrimonio culturale e l’ambiente, inteso come luogo dell’ispirazione. 
L’istituzione del Parco Letterario pugliese, è stata resa possibile grazie ad un’azione sinergica tra i Comuni dell’Unione dei Monti Dauni, con in testa il sindaco di Bovino, Vincenzo Nunno. L’Unione ha avviato le procedure per aderire alla ‘famiglia’ del Parchi Letterari con una delibera di Giunta dello scorso 17 maggio.
“È bello quando i Comuni fanno squadra e danno vita ad azioni come questa, che si inquadrano nel welfare culturale – ha dichiarato Grazia Di Bari consigliera delegata alle Politiche Culturali presente alla sottoscrizione delle linee guida assieme al Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno. “Grazie al lavoro dei sindaci dei Monti Dauni oggi è stato possibile istituire il primo parco letterario pugliese intitolato alla scrittrice Mariateresa Di Lascia. Non accade mai che tanti Comuni quanti sono quelli che oggi hanno firmato questo patto esecutivo, si mettano insieme, decidano di collaborare, di fare qualcosa per il proprio territorio. Parliamo di una iniziativa unica che mette insieme cultura e natura, dando una enorme possibilità di crescita al territorio e migliorando la qualità della vita dei residenti. Dopo due anni di pandemia la cultura deve tornare a essere protagonista: è necessario credere ancora di più nel suo potenziale. Fare cultura, insegnare, dare strumenti ai nostri giovani, significa dare la possibilità a tutti di poter comprendere quello che accade. Per questo la giornata di oggi è così importante”.

Una breve scheda di Mariateresa di Lascia

Maria Teresa Di Lascia (Rocchetta Sant’Antonio, 3 gennaio 1954 – Roma, 10 settembre 1994) è stata una politica e scrittrice italiana, scomparsa prematuramente a causa di un male incurabile.
Studia Medicina a Napoli e sogna di diventare missionaria laica, viaggiare e curare gli altri.
Nel 1975 si avvicina al Partito Radicale: Mariateresa, “la Strega”, come la chiamava affettuosamente Marco Pannella, fu eletta nel 1982 vicesegretario nazionale del partito e deputata durante la IX legislatura.
La sua attività politica si concentra sulla battaglia contro lo sterminio per fame: ha coordinato la campagna “Sopravvivenza 82”, con la mobilitazione di sindaci in Italia, Francia e Belgio a sostegno di leggi di intervento straordinario contro la fame nel Sud del mondo
E’ stata promotrice di battaglie ambientaliste, ad esempio contro il nucleare in Italia.
Attività letteraria
Compleanno (1992) il suo primo racconto pubblicato, la storia di una donna che scopre che morirà di lì a poco; scrive al marito, e quasi confessandosi, riesamina la sua vita. Vinse un concorso organizzato da Agorà, scelto fra 233 testi. Nel 1995 fu poi pubblicato da “Stampa alternativa Millelire” in quanto vincitore del “premio Millelire”. Successivamente comparve sul “Corriere del Sud”
Veglia (1992), un messaggio di condanna di qualsiasi tipo di violenza. È la storia di una madre senza nome, vedova, con due figli. Il minore si macchia dell’assassinio di un bambino di due anni. La domanda-chiave che la madre si pone è: «Madonna del dolore, posso pregarti per il mio figlio assassino?»
Passaggio in ombra (1995), romanzo che racconta una saga familiare ambientata nel sud dell’Italia, fu pubblicato nel gennaio 1995 da Feltrinelli e nello stesso anno trionfa al premio Strega, eccezionalmente assegnato postumo.
Le relazioni sentimentali (1995), romanzo, fu iniziato nel 1994; una prima parte fu pubblicata su “Linea d’ombra”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.