Campionato di Lega Pro 2022-23. Ecco il possibile Girone C del Foggia

Finalmente ci siamo. Si è conclusa da poco la finalissima play off tra Palermo e Padova che ha decretato la squadra vincitrice del torneo, quella capace di prendere in corsa l’ultimo treno per la Serie B. Complimenti al Palermo di Mister Baldini che va quindi ad affiancare le neo promosse dei gironi A, B e C, rispettivamente Sudtirol, Modena e Bari.

E ora finalmente si può pensare ad organizzare i raggruppamenti per il prossimo campionato, che si preannuncia avvincente come sempre e da vivere totalmente sugli spalti per sostenere la squadra del cuore. Nuova linfa quindi per le società che vengono fuori da anni di Covid e di incassi al di sotto delle attese.

Nei giorni scorsi, alla presenza del Presidente Francesco Ghirelli, si sono svolte le riunioni del Comitato Esecutivo di Lega Pro e del Consiglio Direttivo nell’ambito del quale è stato stabilito il Calendario delle competizioni della stagione sportiva 2022/23.

Si inizierà domenica 21 agosto con il primo turno eliminatorio di Coppa Italia, mentre il 28 agosto prenderà il via il campionato di Serie C. L’ultima giornata sarà disputata il 23 aprile 2023. I playoff avranno inizio il 30 aprile e termineranno con la classica doppia finale di andata e ritorno il 4 e l’11 giugno 2023.

In attesa della riforma dei campionati, che ancora non vede la luce, la formula dovrebbe rimanere quella della passata stagione, sia per le promozioni dirette (la prima classificata di ciascun raggruppamento) sia per i play-off cui accederanno le nove squadre di ogni girone a partire dal secondo posto con l’aggiunta della vincente della Coppa Italia.

E così pure per la composizione dei gironi il criterio dovrebbe mantenersi quello della ripartizione geografica orizzontale del Paese al fine di ridurre le distanze di viaggio e garantire una maggiore competitività caratterizzata dal numero più alto di scontri tra squadre corregionali.

Data ultima per iscriversi al campionato di Serie C è il prossimo 22 giugno. Spetterà poi alla COVISOC esaminare la regolarità delle domande pervenute.

Intanto, la FIGC ha già messo le mani avanti qualora qualche società non dovesse farcela rendendo noti i criteri per eventuali riammissioni e ripescaggi che consentirebbero di completare l’organico previsto a 60 squadre. Per le riammissioni si farà come nella scorsa stagione: se una o più squadre aventi diritto non dovessero presentare domanda di iscrizione entro il termine prestabilito, si procederà con le riammissioni delle squadre retrocesse ai playout in base alla classifica finale e, naturalmente, dopo presentazione di regolare domanda di riammissione e iscrizione.

Ad oggi le società aventi diritto sarebbero in ordine Pistoiese, Fermana, Seregno, Giana e Paganese, mentre quelle attualmente in difficoltà sono almeno quattro, tutte alle prese con cambi di proprietà: Pro Patria, Potenza, Viterbese e Messina.

Possibile composizione del Girone C di Lega Pro. Di certo si sa che dalla Serie B arriva il Crotone e che dalla D salgono Giugliano, Cerignola e Gelbison. Il Monterosi invece pare abbia chiesto di essere spostato nel girone B.

Alla luce di ciò il Foggia 2022-23 dovrebbe scontrarsi con Avellino, Campobasso, Catanzaro, Cerignola, Crotone, Fidelis Andria, Gelbison, Giugliano, Juve Stabia, Latina, Messina, Monopoli, Monterosi, Picerno, Potenza, Taranto, Turris, Virtus Francavilla. Il posto che fino allo scorso anno era del Palermo potrebbe essere preso dalla Viterbese, dal Teramo o addirittura dal Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.