Emiliano al Medimex. Ripresa spettacoli? Per teatri, mostre e musei: “Oltre al greenpass, ulteriori cautele”

Riapre i battenti il Festival della musica più amato in Puglia, ieri tappa tarantina per il Medimex, l’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, targato Regione Puglia, in sinergia con il Teatro Pubblico Pugliese.

Un appuntamento annuale mandato in pausa dal fermo covid e che intende riprendere il suo percorso per promuovere e valorizzare il comparto musicale, duramente penalizzato dalla pandemia.

Nell’incontro di ieri, l’occasione per il Governatore della Puglia di fare il punto sull’intero settore, un confronto tra istituzioni, network e organizzatori sulla ripartenza dopo le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria che hanno messo a dura prova il comparto. È stata un’occasione per discutere delle prospettive del settore e delle norme che saranno fondamentali per la ripresa e il rilancio della musica, e dello spettacolo dal vivo, in Italia.

Dal mio punto di vista”, ha spiegato Michele Emiliano, “non c’è più motivo di tenere il mondo della cultura italiana differenziato dagli altri luoghi di lavoro, dalle scuole, dai tanti altri sistemi che si stanno riavviando. Abbiamo bisogno della cultura, perché una pandemia è anche un grande rischio per la democrazia e per l’equilibrio interiore di ciascuno. Solo la cultura può aiutarci a riprendere questo spirito critico, questa obiettività di sguardo che è necessaria per uscire dalla pandemia non solo da un punto di vista sanitario, ma anche da un punto di vista interiore e politico”. Per Emiliano è, dunque, possibile “riaprire” alle stesse condizioni tutti quei luoghi che oggi hanno una fruibilità impedita o fortemente limitata al punto da non garantire più l’economicità della gestione. “Bisognerebbe, però, valutare – ha aggiunto Emiliano – come avviene per gli ospedali, se in casi del genere, oltre al Green Pass, non sia necessario per entrare in un teatro, per partecipare ad una mostra o entrare in un museo, anche una ulteriore cautele che, volta per volta, potranno essere stabilite dal gestore del luogo o dalle autorità sanitarie del luogo in coordinamento, sulla base della situazione epidemiologica”. Un modo per garantire la sicurezza a tutti, consentendo una più efficace e prolifica ripresa del comparto che consenta di ritornare a vivere e frequentare i luoghi della cultura e le occasioni di confronto senza correre rischi di sorta.

Le dichiarazioni di Emiliano rilasciate ieri a Taranto:

Le dichiarazioni di Pierluigi Lopalco:

La slideshow fotografica dell’incontro:

(Visualizzazioni 96, di cui 1 oggi)