Le Pagelle di Foggia-Messina. Basta un tempo ai rossoneri per avere ragione di un avversario mai domo

Seconda gara di Coppa Italia e il Foggia incontra il Messina di Sullo, che alla prima aveva superato la Juve Stabia eliminandola dal torneo.

Gara secca anche questa per passare il turno con i siciliani che si sono presentati allo Zaccheria con una formazione rimaneggiata, che ha dato spazio alle seconde linee, mentre Zeman ha schierato la prima squadra dando spazio per la prima volta al secondo portiere, Volpe, e al giovane Di Pasquale. Altra novità: Rizzo Pinna dall’inizio.

La sconfitta rimediata contro la Turris deve aver pesato. Nei primi 20 minuti il Foggia è apparso titubante, subendo il piglio dell’avversario che è entrato in campo molto più convinto. A soffrire, in particolare, la corsia di destra presidiata da Martino, che non è riuscito a contenere le incursioni di un tal Catania, ottimo attaccante del Messina.

Cosa sarebbe accaduto se Volpe, new entry oggi in sostituzione di Alastra, non si fosse superato in due splendidi interventi, rispettivamente all’8° e al 18° del primo tempo, proprio sul giovane Catania? Forse la gara avrebbe preso una piega diversa…

E invece, superati i primi 25 minuti di gioco, si è cominciato a vedere il Foggia che ci piace , capace di di giocare come sa quando gira tutto per il verso giusto. Due palle conquistate a centrocampo e due goal, il primo segnato da Di Grazia, ottimo a sinistra nel tridente d’attacco, e il secondo da Curcio su rigore, dopo che Merkaj, finalmente tornato nella posizione che più gli si addice, viene atterrato in area.

Sul 2-0 è iniziato il secondo tempo in cui gli uomini di Zeman si sono limitati a controllare, pur non rinunciando al contropiede quando il Messina ha concesso spazi. Peccato! Se si fosse stati più precisi nei passaggi e meno leziosi in zona tiro il risultato sarebbe stato anche più rotondo. Accontentiamoci. Oggi abbiamo visto una bella gara del Foggia contro un’avversaria che mai ha rinunciato ad essere insidiosa.

Molto bene Di Grazia! Grandiosi Volpe e Di Pasquale, che creeranno qualche grattacapo in più a Zeman quando farà la prossima formazione.

E permetteteci un complimento a Catania del Messina che oggi, finché è rimasto in campo, ha fatto vedere i sorci verdi al buon Martino.

La redazione di Mitico Channel al gran completo si è espressa così:

(Visualizzazioni 420, di cui 1 oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.