Vaccini, nuove indicazioni dalla Regione – tasso di positività scende ad 1,8

Nell’ultimo aggiornamento del bollettino regionale: su 4001 test per l’infezione da Covid-19 registrati in Puglia sono stati registrati 73 casi positivi: 13 in provincia di Bari, 21 in provincia di Brindisi, 8 nella provincia BAT, 18 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto.

In base ai numeri diffusi: il tasso di positività scende all’1,8% rispetto al 2,4% di ieri.

Ieri non sono stati registrati decessi. E, dall’inizio dell’emergenza,  sono 232.428 i pazienti guariti e 13.217 sono i casi ancora positivi.

VACCINI

Sull’altro fronte, intanto, prosegue serrata la campagna vaccinale con nuove importanti indicazioni per la somministrazione dei vaccini anti covid.

Facendo seguito alle precedenti circolari contenenti indicazioni operative per l’attuazione del Piano Strategico Regionale Vaccinazione anti Covid-19”, si legge “tenendo conto delle valutazioni assunte, per tutti i soggetti di età superiore ai 60 anni, si dispone che tutte le Aziende, gli Enti ed i soggetti coinvolti nella campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19 siano tenuti ad assicurare il corretto proseguimento della campagna vaccinale”.

Per la somministrazione di vaccino AstraZeneca (Vaxzevria) e Janssen, la Regione dispone l’utilizzo dei vaccini a vettore virale esclusivamente ai soggetti di età superiore o uguale ai 60 anni di età, mentre i soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già ricevuto una dose di vaccino Vaxzevria riceveranno la seconda dose con un vaccino ad m-RNA ad una distanza di 8-10 settimane dalla prima dose.

A tutti i restanti soggetti di età inferiore ai 60 anni e non ancora vaccinati verrà somministrato il vaccino Pfizer o Moderna . Il comunicato precisa anche che saranno le Asl territoriali a disporre un opportuno piano organizzativo per l’agenda vaccinale sulla popolazione pugliese.

(Visualizzazioni 44, di cui 1 oggi)