Casa Foggia: dal Coni la prima risposta, ora voce al campo

Sarà Catania – Foggia, il primo turno dei playoff del cammino rossonero. Una certificazione arrivata nella giornata di ieri, dal Collegio di Garanzia del Coni. Il quale senza troppi giri di parole, ha confermato la penalizzazione alla squadra di Francesco Baldini. Un esito che ha delineato il prossimo futuro della squadra rossonera, permettendo allo stesso Marco Marchionni, di affondare ulteriormente l’acceleratore su una preparazione non priva di preoccupazioni. Il nuovo caso di contagio nel gruppo squadra, registrato nella giornata di ieri, non lascia tranquillo l’ambiente dei satanelli. Il Covid -19 non sembra voler abbandonare la società di Viale Ofanto, ma allo stesso tempo, non abbatte il morale dell’intero gruppo. Il possibile recupero di Ermanno Fumagalli, potrebbe essere una delle notizie migliori, in vista della sfida del “Massimino”. Una ritrovata sicurezza, che andrebbe a sopperire, alle difficoltà della porta rossonera. Una circostanza figlia degli eventi, ma che in questo momento non deve rappresentare il problema maggiore. Però le buone notizie, riguardano anche il reparto di difesa. Il ritorno di Lorenzo Del Prete, nell’ultima sfida di campionato, ha dato sensazioni differenti: quelle di un nuovo esordio. L’esperto difensore ex Catania, ha riassaporato il campo dopo un lungo periodo di stop. Un’assenza dal peso specifico chiaro e non di poco conto. Il ché, con la contemporanea indisponibilità di Fabio Gavazzi nell’ultimo periodo, ha comportato notevoli grattacapi, all’allenatore di Monterotondo. Una situazione tutt’altro che semplice, aggravata dall’infortunio di Cristian Anelli. Il puzzle sembra ritrovare quindi, alcuni dei pezzi mancanti e questo potrebbe risultare decisivo. In tal senso, l’ultima mezz’ora giocata da Biagio Morrone, ha dato segnali importanti, in vista del Catania. Il recupero del giovane centrocampista, rappresenta una vera boccata di ossigeno al centro del campo. Una forza in più, con la speranza che possa dare una fantasia diversa, alle manovre rossonere. Le quali hanno ritrovato protagonisti importanti, soprattutto in ottica offensiva. Il gol di Filippo D’Andrea, ha rispolverato statistiche ferme a diversi mesi addietro: era il 30 gennaio 2021 e l’avversario la Casertana. Quella gara terminò 1-0, grazie al gol del giovane attaccante. Il quale in questa stagione, non ha vissuto certamente momenti esaltanti, ma nelle occasioni in cui ha messo la sua firma, il Foggia ha sempre fatto punti. Questa volta però c’è bisogno di qualcosa in più. In questo momento, la statistica diventa una variabile impazzita, sulla quale è molto difficile fare affidamento.
La sfida dello “Zaccheria”, non può e non deve lasciar tranquilli. I playoff delineano una realtà, totalmente diversa dal campionato e per il 9 maggio serve un solo risultato: la vittoria. Un obiettivo difficile da raggiungere, ma non impossibile. La squadra di Marchionni, ha dimostrato di avere una fibra caratteriale non indifferente e il 2-2 di domenica scorsa non è stato casuale. I prossimi giorni saranno decisivi, in un senso o nell’altro, per capire la reale condizione di un gruppo che si appresta ad affrontare una partita già scritta…forse.

(Visualizzazioni 1.125, di cui 1 oggi)