Ecco il report dei contagi covid che deciderà il colore della Puglia da lunedì prossimo

Chi si attendeva dei dati confortanti sarà rimasto, invece, piuttosto deluso dal quadro offerto oggi dal Bollettino epidemiologico della Regione Puglia, che non lascia ben sperare in termini di prossime riaperture. A distanza di una settimana aumenta, infatti, il tasso di positività dei contagiati e si registra un picco dei decessi dovuti al Covid, in particolare nelle province di Lecce e Taranto.

Il consueto aggiornamento settimanale dei positivi da COVID-19 sul territorio evidenzia che, al 23 aprile 2021, risultano 1.692 nuovi casi positivi, a fronte di 13.345 test effettuati sulla popolazione.

In particolare:

  • 658 in provincia di Bari;
  • 277 in provincia di Taranto;
  • 266 in provincia di Foggia;
  • 176 in provincia di Lecce;
  • 154 nella provincia BAT;
  • 155 in provincia di Brindisi.

Un solo contagio fra i residenti fuori regione e cinque quelli riclassificati e attribuiti a provincia di residenza non nota.

Rispetto alla settimana precedente il tasso di positività in Puglia si è alzato nuovamente ed è pari al 12,7% (dall’11,5%). Ad incidere maggiormente sono la provincia di Brindisi, in cui il numero dei nuovi positivi è più che raddoppiato rispetto ai dati del 16 aprile scorso, e quella di BAT con circa il 30% in più dei contagiati. In aumento anche i decessi di pazienti positivi a SARS-CoV-2, che sono pari a 64 (14 in più rispetto alla settimana precedente). A seguire la distribuzione dei decessi sul territorio provinciale:

  • 25 su Bari;
  •   2 su Foggia (-8 rispetto al 16 aprile);
  • 15 su Lecce;
  • 13 su Taranto;
  •   5 su Brindisi;
  •   4 su BAT.

Dall’inizio dell’emergenza pandemica – fa sapere il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, – i contagiati da Coronavirus in Puglia sono pari a 226.723,così ripartiti sul territorio:

La provincia di Foggia, pur avendo, in termini assoluti, meno della metà dei contagiati di quella di Bari, si colloca al di sotto di soli tre decimi di punto percentuale in rapporto alla popolazione residente.

Questa, in sintesi, la fotografia dei pazienti Covid-19 ricoverati nei Reparti e presso la Medicina d’urgenza – OBI COVID del Policlinico Riuniti di Foggia.

Sono 195 in tutto i pazienti ricoverati in reparto, quattro in più rispetto alla settimana precedente. Desta preoccupazione il dato di coloro che sono ospitati sia in Pneumologia che in Rianimazione, rispettivamente 40 e 34. Anzi, è proprio in Rianimazione che la situazione pare essersi aggravata negli ultimi sette giorni in cui si rileva un incremento di quattro unità – questo quanto dichiarato ufficialmente dalla Struttura ospedaliera di Foggia.

L’età media dei pazienti fa registrare una lieve flessione: 66 anni (era 67), con gli uomini che si ammalano in quota maggiore (55%) rispetto alle donne (45%).

(Visualizzazioni 106, di cui 1 oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.