In uscita Reverse di M. John Capece, prodotto dal foggiano Lepore. Dal 21 aprile sulle piattaforme on demand

Reverse

L’Intervista al regista in occasione dell’uscita di Reverse

È partito il countdown per la presentazione del film “Reverse”, firmato dal regista Mauro John Capece, un thriller mozzafiato, prodotto da BielleRe del foggiano Giuseppe Lepore, che uscirà mercoledì 21 aprile  sulle piattaforme on demand di Sky Prima Fila, Amazon Prime Video, Chili, The Film Club, AppleTV e Google Play.

Il legal thriller dal sapore retrò, le cui riprese sono iniziate nell’agosto scorso, è stato interamente girato in Abruzzo secondo i severi protocolli anti-covid, tante ore di impegno e lavoro in cui il regista, che è anche docente presso l’Accademia linguistica di Belle Arti di Genova, ha portato avanti il progetto cinematografico con la produzione e tutto il cast di attori composto da Iago Garcia, Corinna Coroneo, Adrien Liss, Klaudia Pepa, Simonetta Ingrosso.

Capece, nel thriller, racconta con grande abilità, minuziosa cura dei dettagli ed efficacissimi effetti scenici, la storia di un famigerato killer di influencer, accusato di ripetuti omicidi in Italia, Svizzera e Francia, sulle cui orme c’è una giovane poliziotta, investigatrice romana (interpretata da Corinna Coroneo), mandata in missione da sola presso una clinica psichiatrica del centro Italia per interrogare l’indagato, dichiarato schizofrenico dagli psichiatri e di fatto non perseguibile penalmente perché incapace di intendere e volere, ma perseguibile se facesse quello che gli americani chiamano Reverse, ovvero una confessione in stato lucido.

Un mese di riprese ed un lavoro imponente e quotidiano che, nonostante il difficile momento del settore dell’arte e dello spettacolo, costretto allo stop da oltre un anno, non ha fermato le ambizioni e la passione di Mauro John Capece – alla sua quinta fatica cinematografica dopo “L’Alieno”, “La Scultura”, “SFashion” ed il recentissimo racconto a tinte noir ”La Danza Nera”, che ha visto tra gli interpreti l’apprezzato e noto attore italiano Franco Nero.

Un mese faticoso ma anche ricco di soddisfazioni per il regista che, in vista del debutto – in anteprima assoluta mercoledì prossimo – si racconta alla nostra redazione: “Reverse è un film molto importante nella mia carriera di regista” spiega Capece, “girato in piena pandemia da Covid-19, è stata per me un’importante occasione per tornare a girare nonostante i vari interminabili lockdown. Dopo la mia trilogia della riflessione composta da La Scultura, SFashion e La Danza Nera, Reverse è il primo di una nuova personale trilogia, quella dei film della sensazione”, riferisce Capece. “Passare dal film d’autore a quelli più cari al pubblico è una novità molto importante per la mia carriera ed è una sfida, per farlo non potevo che scegliere un legal Thriller ricco di colpi di scena”.

Mauro John Capece, regista cinematografico

Lo stile cinematografico di Mauro John Capece (già vincitore con SFashion dell’Indipendent Film Festival Award di Los Angeles e dell’Hollywood Boulevard Festival Film Festival, quale miglior film straniero, e selezionato per il Festival dei due Mondi di Montreal), anche in questo lavoro, si conferma originale e old fashioned, “una produzione dove ci sono diverse rivisitazioni sperimentali sul genere e sulla tecnica”, spiega, “ma in generale l’approccio classico era la soluzione migliore per narrare questa storia che ha, soprattutto nel finale, il sapore del cinema degli anni Settanta e Ottanta. Come da recente usanza ho deciso di abbracciare il progetto dello sceneggiatore francese Guillame Pichon senza indugio e di circondarmi delle solite meravigliose persone con cui realizzo spesso i miei lavori”. Tra gli interpreti di Reverse ritroviamo la magnetica Corinna Coroneo, carismatica attrice, musa ispiratrice di Capece, già protagonista di diverse sue creazioni, tra cui Sfashion e Danza Nera.

Siamo alle ultime battute con il regista di Reverse, mancano solo 3 giorni dall’uscita del suo film e ci regala un pensiero commosso, un omaggio ed una dedica a Sidney Lumet, indimenticato e pluripremiato cineasta internazionale che ha firmato fra le più grandi pellicole cinematografiche mondiali e che fu Premio Oscar nel ’77 con Quinto Potere, film che raccontò con graffiante satira il mondo televisivo statunitense degli anni settanta e la disumanizzazione delle persone: “Ho deciso di dedicare questo film ad un grande ed indiscusso protagonista del panorama cinematografico mondiale del secondo Novecento, autore di oltre 40 film di grande pregio che fu anche Premio Oscar alla carriera nel 2005, un intramontabile regista della storia del cinema”.

Giuseppe Lepore, produttore cinematografico

Quasi al termine dell’intervista chiediamo a Capece di Giuseppe Lepore e della lunga collaborazione ed amicizia col produttore, ingegnere foggiano, con la passione per il cinema che, con la sua casa di produzione BielleRe, ha realizzato dal 2014 ad oggi ben 4 film, un cortometraggio e 3 documentari, trasmessi anche su Rai Cinema. “Giuseppe ha creduto in me per la seconda volta e ritengo che sia importante, ci lega un rapporto di profonda stima ed amicizia. La serietà e l’attenzione che dedica nella realizzazione dei progetti cinematografici è il suo tratto distintivo. Il pragmatismo è alla base del nostro flusso di lavoro e questo si vede in ciò che realizziamo e nei tempi in cui lo facciamo”.

Il mondo della pellicola è uno dei settori più penalizzati dalla crisi, stando ai dati raccolti dalla Cinetel, in Italia, nell’ultimo anno, si è registrato oltre il 93%  delle perdite. Ricadute economiche gravissime che hanno danneggiato pesantemente il settore ma che, come nel caso di Capece e Lepore, non fermano la passione per il cinema.

Un gruppo di lavoro collaudato in cui le ambizioni, il talento e la passione si coniugano in una simbiosi perfetta. Una sinergia che si declina in stimolo a far bene.

Con l’uscita del film del 21 aprile, l’appuntamento con le attesissime Prime nelle sale cinematografiche o con le scintillanti luci dei red carpet è solo rinviato, per ora non ci resta che godere della suspence di Reverse, il legal thriller dal sapore retrò, in cui Mauro John Capece ci dimostra di non aver mai mandato in quarantena la passione e l’amore per il suo lavoro.

E scusate se è poco…

Titolo: REVERSE

Regia: Mauro John Capece

Nazionalità italiana, 100 mins, thriller

Soggetto e Sceneggiatura: Guillaume Pichon

con: Corinna Coroneo, Adrien Liss, Iago Garcia, Klaudia Pepa, Simonetta Ingrosso, Lorenzo Tarocchi, Gabriele Silvestrini e l’amichevole partecipazione di: Flora Baldi, Carlotta Barolo, Sara Bernardinello, Nata Colesnic, Alessia Conti, Giada Salvi, Angelica Scaglione, Alessia Tresoldi, Guia von Wunster

Fotografia: Mauro John Capece

Musiche Originali: Marco del Bene

Montaggio: Demetra Diamantakos

Fonico di Mix: Gianfranco Tortora

Laboratorio Sviluppo e Stampa: Sud Sound Studios

Prodotto da: Giuseppe Lepore

(una produzione Bielle Re ed Evoque Art House)

Reverse è un progetto realizzato da Bielle Re Srl nel rispetto della propria Politica “ambientale e di inclusione delle diversità”. Ogni fase di lavorazione dalla ideazione e sviluppo, alla realizzazione e finalizzazione ha rispettato quanto definito dal proprio sistema di gestione conforme alla norma ISO 14001:2015 predisposto in materia di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Cast Reverse
(Visualizzazioni 114, di cui 1 oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.