Potenza-Foggia a Daniele Perenzoni di Rovereto. Che storia in Cuneo-Virtus Entella…

Rese note le designazioni arbitrali per la ventitreesima giornata (quarta di ritorno) del Girone C di Lega Pro.

Sarà Daniele Perenzoni della sezione A.I.A. di Rovereto a dirigere la gara Potenza-Foggia in programma domenica 7 febbraio, ore 17:30, allo stadio Alfredo Viviani.

Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Andrea Micaroni di Chieti e Davide Meocci di Siena. Quarto uomo il Signor Ermanno Feliciani di Teramo.

Arbitro di categoria che – a leggere la sua storia personale – pare aver decisamente bruciato le tappe. La sua prima direzione di gara risale al 2010 nella Categoria giovanissimi e, già l’anno successivo, approda al Comitato Provinciale Arbitri (CPA) di Trento dove si distingue per le sue grandi capacità. Da qui, in appena tre anni, fa prima l’ingresso nella Commissione Arbitri Interregionale (CAI) e poi, nel 2014, nella CAN D dove rimane per quattro anni dirigendo 88 incontri.

Da luglio 2018 Daniele Perenzoni viene designato con merito arbitro di calcio di Serie C ma già nel mese di novembre incappa in un’improvvisa amnesia: nel corso della gara Cuneo-Virtus Entella, finita col punteggio di 1-1, ammonisce al 61’ prima e al 91’ poi lo stesso calciatore, Simone Paolini, della squadra di casa, ma senza espellerlo. Al fischio finale il direttore di gara ammette immediatamente l’errore tecnico e, su richiesta dei liguri, di certo non contenti del risultato, viene decisa la ripetizione del match. La gara viene disputata nuovamente a distanza di quattro mesi e si conclude con la vittoria per 2 reti a 0 a favore del Cuneo. In quell’occasione segnò uno splendido goal un certo Carte Said, nostra conoscenza recente, in beffa all’Entella che aveva presentato ricorso.

In questo campionato 2020-21 Perenzoni ha diretto in tutto 10 incontri, di cui due nel girone A, tre nel B e cinque nel più ostico girone meridionale, comminando 62 ammonizioni, di cui quattro doppie, con una media record di poco più di 6 gialli a partitaUno solo il rosso diretto e cinque i rigori assegnati fin qui, tanto da guadagnarsi, talvolta, l’appellativo di “arbitro dal rigore facile”.

Con lui in campo quest’anno si sono registrate appena due vittorie delle squadre di casa, quattro i pareggi e altrettanti i successi conquistati dalle formazioni ospiti.

Nel campionato di Lega Pro sia Foggia che Potenza non hanno mai avuto il privilegio di essere arbitrate dal fischietto di Rovereto.

Ma, come si dice… c’è sempre una prima volta.

(Visualizzazioni 141, di cui 1 oggi)